Home

MOVIMENTO SCUOLE SENZA PLASTICA

Erasmus+ Project KA3 – Support for Policy Reform 621506-EPP-1-2020-1-IT-EPPKA3-IPI-SOC-IN

Non ereditiamo la terra dai nostri antenati, la prendiamo in prestito dai nostri figli (proverbio Indiano)

Viviamo in una società invasa da prodotti di plastica e petrolio. Le nostre abitudini quotidiane stanno distruggendo l’ecosistema del pianeta mettendo a rischio la vita sul pianeta Terra. Per anni, tutti gli appelli in questo senso non sono stati ascoltati e siamo giunti a un momento in cui, attraverso l’aria, il cibo e l’acqua, ogni persona assorbe in media una quantità di microplastiche pari a una carta di credito ogni settimana. È quindi il momento di agire incisivamente, per promuovere un cambiamento completo nelle abitudini quotidiane delle persone, per salvaguardare l’ambiente, la nostra salute e il futuro dell’uomo e di molte specie viventi sul pianeta. IL network delle scuole senza plastica nasce dalla necessità di educare le generazioni future a inventare tutti i modi possibili per sostituire l’uso della plastica con materiali alternativi, sostenibili ed eco-compatibili. (Il movimento vuole iniziare dal basso, invitando le scuole, le istituzioni educative e le associazioni di tutto il mondo a prenderne parte. Vogliamo iniziare un processo di consapevolezza da parte di bambini e giovani, dal loro amore per la natura e per la vita per arrivare ad una trasformazione dei consumi e delle scelte, sia per loro che per gli adulti che li circondano, in particolare, vogliamo dare alle nuove generazioni la possibilità di riguadagnare ritmi più lenti di vita e un’idea di consumo più sostenibile. Questo perchè negli ultimi decenni, la velocità e il consumo sfrenato di qualsiasi prodotto sono diventati elementi chiave della nostra vita quotidiana: dobbiamo pertanto cambiare il nostro modo di agire e concepire la vita perché siamo già diventati un elemento di distruzione per il pianeta. Questo network si pone quindi due obiettivi fondamentali: trovare ritmi più vicini alla natura di cui siamo parte integrante e produrre il minor spreco possibile. A partire dalla scuola, nelle scuole stesse, Nelle associazioni, nelle famiglie, vogliamo usare la creatività degli studenti e dei bambini per cambiare le abitudini degli adulti. Il movimento nasce quindi dal basso, dagli studenti di tutte le scuole e istituzioni educative e vuole espandersi in tutto il mondo per iniziare un processo di sensibilizzazione e consapevolezza che inizia con i bambini, il loro amore per la natura e la vita e porta a una trasformazione nei consumi e nelle scelte degli adulti.
L’idea è di incoraggiare gli alunni di qualsiasi paese del mondo a ripensare l’uso che fanno della plastica nella loro vita quotidiana, per capire quale impatto questo uso può avere sull’ambiente (per la produzione, l’uso, lo smaltimento dell’oggetto) e inventare e creare alternative sostenibili da utilizzare in modo permanente a scuola o a casa. Il movimento mira a sensibilizzare  i giovani all’impatto ambientale della plastica e offrire loro l’opportunità di essere protagonisti di un cambiamento attraverso la loro creatività.

Gli studenti / alunni / bambini delle scuole o di qualsiasi istituzione o associazione che entrerà a far parte del movimento, dovranno impegnarsi a identificare un numero di oggetti di plastica (come l’inizio di un processo di trasformazione) da sostituire con altri materiali alternativi (riciclati, sostenibili, eco-compatibili), sviluppare vere e proprie invenzioni personali  che diventino oggetti permanentemente comuni nelle relative istituzioni educative e che siano condivisi su questa piattaforma con tutte le idee che verranno da tutto il mondo. Questo network nasce in seno ad un già precedentemente sviluppato network sui valori prosociali (fra cui troviamo la tutela dell’ambiente) una comunità mondiale chiamata  “nobodyless” per lo scambio di buone pratiche, in cui ogni scuola / organizzazione presenta le proprie alternative alla plastica e tutte le attività connesse con la sostenibilità e l’ambiente. Questa comunità è uno spazio per il dialogo interculturale, il confronto e l’apertura verso l’altro che consente agli studenti coinvolti di vedere come il loro impegno possa essere enormemente importante per l’intero pianeta. La libera circolazione delle idee delle scuole senza plastica mira ad avere un impatto politico e sociale che possa influenzare positivamente la società attraverso l’esempio fornito dai bambini stessi. Qualsiasi scuola o organizzazione educativa privata o pubblica nel mondo può aderire liberamente e gratuitamente al movimento, come i singoli individui ed insegnanti senza limiti di età, religione o paese.

Gli obiettivi del movimento possono quindi essere così riassunti:

Educare i bambini a evitare l’uso della plastica ed essere consapevoli dei problemi ambientali connessi all’uso della plastica
Sviluppare la creatività dei bambini per inventare materiale e strumenti di origine alternativa da utilizzare in modo permanente al posto della plastica nelle scuole
Creare una piattaforma online con tutte le esperienze di condivisione
Proporre giochi, attività, strategie di condivisione online per prevenire l’uso della plastica
Creare un movimento europeo ed extraeuropeo di scuole / istituzioni / ONG
Coinvolgere le famiglie dei bambini nel cambiare le loro abitudini e non usare più la plastica
Creare un emblema scolastico come simbolo del coinvolgimento sociale nel processo
Elaborare delle lezioni o attività sull’effetto della plastica sull’essere umano e sulla Terra

Questo community Network aderisce alla carta dei valori sociali di “Nessuno di meno”, scaricabile qui:   Prosocial Values Charter

Il movimento di scuole senza plastica fa ufficialmente parte del  Community Network Nessuno di Meno